lunedì 29 febbraio 2016

UN CHIARIMENTO SUL MISTERO DEL 29 FEBBRAIO E LA SUA INESISTENZA RISPETTO AL CALENDARIO DELLE 13 LUNE




Il post di ieri sul 29 febbraio ha suscitato molte reazioni di curiosità ed ora vorrei pubblicare qualche notizia in più. 
Il Calendario delle 13 Lune inizia il 26 luglio, 13 lune di 28 giorni, sono 364 giorni in totale che arrivano a conclusione il 24 luglio dell'anno solare successivo. Il 365° giorno è il 25 luglio che viene chiamato il Giorno Fuori dal Tempo. Il conto è preciso, il calendario è perpetuo e non ci sono avanzi di tempo come nel calendario gregoriano - che è quello che usiamo tutti da questa parte del mondo. Leggetevi questo link su wikipedia, ne scoprirete delle belle! 
Il calendario gregoriano invece richiede la creazione di questo giorno in più ogni 4 quattro anni. 
Per compensare il vuoto, nel confronto tra Sincronario delle 13 Lune e calendario gregoriano, si considera il 29 febbraio governato per la sua prima parte dal Kin del giorno precedente e per l'altra metà dal Kin del giorno successivo.
Io ho fatto la scelta di lasciare la sospensione perché non è sempre necessario cercare un contenuto. A volte c'è un senso anche a stare nel Vuoto, anche perché il Kin del 28 febbraio era un Portale e quello del Primo di Marzo pure. 
Quale momento migliore per gustarvi un volo tra le stelle?
Stefania Gyan Salila

IL 29 FEBBRAIO NON ESISTE SUL SINCRONARIO DELLE 13 LUNE - CI VEDIAMO IL PRIMO DI MARZO!


Nel Sincronario delle 13 Lune ogni mese dura 28 giorni, 13 x 28 = 364. Il 365° giorno è il Giorno Fuori dal Tempo, poi comincia il nuovo anno. Il conteggio è perfettamente sincronizzato e non ci sono avanzi di tempo. Quindi il 29 febbraio non esiste e di conseguenza non c'è oracolo oggi.
Vi lascio comunque in buona compagnia e condivido un post di José Arguelles, colui che ha portato all'occidente la conoscenza di questa antica sapienza. 

Buona giornata a tutti!

Articolo tratto da www.13lune.it

Perché abbiamo bisogno di un nuovo calendario

Di José Argüelles - Ufficio per la Riforma del Calendario Universale
Fondazione per la Legge del Tempo

Nel calendario gregoriano, il mio compleanno cade il 24 Gennaio. E' per questo che sono rimasto particolarmente colpito da un articolo apparso sui giornali qualche giorno fa. Il titolo era: "Lunedi 24 Gennaio dichiarato il giorno peggiore dell'anno". Il sottotitolo aggiungeva: "Psicologi inglesi hanno calcolato qual è il giorno più deprimente". Il calcolo è stato fatto dal Dott. Cliff Arnall, psicologo dell'Università di Cardiff (Galles), specializzato in "disturbi stagionali", e ha stimolato la mia curiosità.
L'articolo dice che il Dott. Arnall ha creato una formula che prende in considerazione diverse emozioni per determinare il punto più basso raggiunto dalla gente. Il modello è:

{W (D-d)} x TQ
       M x NA

L'equazione si compone di sei fattori identificabili: W (weather) è il tempo meteorologico, D (debt) sono i debiti, d è il salario mensile, T (time) è il tempo trascorso da Natale, Q (quit) è il tempo trascorso dall'ultimo tentativo fallito di lasciare il lavoro, M (motivation) sono i bassi livelli di motivazione, e NA (need action) è il bisogno di fare qualcosa.
Quest'esempio di psicologia accademica, particolarmente divertente, dimostra perfettamente come un calendario sia lo strumento di macroprogrammazione della cultura o società che lo usa. Questa ricerca non ha alcun significato se non seguite il calendario gregoriano - in cui, di conseguenza, vivete in una società in cui siete consumatori, programmati dal calendario ad avere l'esperienza culminante di spesa nell'ultimo mese del calendario annuale. A questo non-plus-ultra del consumo fa seguito il programma "anno nuovo" del calendario, in cui gli eccessi delle festività vengono redenti da qualche tipo di risoluzione - che, secondo la ricerca del Dott. Arnall - dura non più della prima settimana dell'anno nuovo. La formula ideata dal Dott. Arnall poggia sul lemma della filosofia che sottende il calendario gregoriano, "il tempo è denaro". D'altra parte, la stessa parola 'calendario' deriva dal termine latino 'calenda', che significa 'libro contabile'.
Questo è il tipo di ricerca che chiamiamo "pensare dentro la scatola". E' condizionato da dogmi indiscussi, originati dalla mancanza di consapevolezza circa l'assoluta limitazione di tali investigazioni alla scatola sconosciuta in cui essi operano. La scatola, in questo caso, è il calendario gregoriano in quanto programma mentale che si ripete su base annuale. Togli lo strumento di programmazione gregoriano, e cosa rimane? Il re è nudo.
Il Dott. Arnall ha condotto la sua ricerca in Gran Bretagna, e così le sue conclusioni sono valide per quella nazione o probabilmente per la maggior parte del mondo dei consumatori occidentali, governato dal calendario gregoriano. Ma, per comprendere quanto siano relative queste conclusioni, e quanto arbitrari siano i condizionamenti comportamentali del calendario gregoriano, provate a pensare se viveste in una società che non segue questo calendario.
E se quel giorno fosse stato, invece, 13 Dhul-haji? Avreste appena completato il vostro annuale pellegrinaggio Haji a La Mecca. L'unico motivo di possibile depressione sarebbe pensare alla presenza di tutti quegli americani in Iraq. Se foste a Shangai o a Hong Kong sarebbe 15 Ding Jou, e stareste pensando: "Al vero capodanno mancano ancora due settimane!" E tuttavia, il Dott. Arnall presenta il suo studio come se le cose non potessero essere altrimenti.
Stando alle conclusioni del Dott. Arnall, il calendario gregoriano programma i vostri debiti, la vostra depressione ed il vostro fallimento spirituale. E non potete farci niente. Perché seguire un calendario che vi programma per la depressione, che vi rattrista con preoccupazioni su quando c'è da pagare le bollette - o se il vostro salario sarà sufficiente a pagare i vostri debiti? O, ancora peggio, perché continuare con un calendario che incorpora una sindrome del perdente cronico, simile a quella di un alcoolizzato che non riesce ad uscire dal vizio, che porta a rompere le vostre promesse per l'anno nuovo - secondo i calcoli del Dott. Arnall, una settimana dopo averle solennemente pronunciate? Sì, siamo programmati per il fallimento spirituale!
A tutto questo aggiungete che, l'anno prossimo, il 24 Gennaio non cadrà di lunedi. Essendo lunedi il giorno iniziale della settimana lavorativa, è sempre più deprimente - ad esempio, del venerdi. E allora, forse il giorno più deprimente sarà il 23 Gennaio, che cade di lunedi? Il che ci porta ad un altro punto: l'irregolarità irrazionale e la mancanza di un ordine coerente nel calendario gregoriano. Non solo programma la vostra depressione, il timore dei debiti, il fallimento spirituale - vi programma anche ad un certo torpore, quando pensate al tempo. I giorni della settimana non sono mai in correlazione con quelli del mese - in questo modo, è difficile fare qualunque calcolo. Condiziona la vostra mente, se tutto ciò che potete dire sul calendario è "30 giorni ha Novembre…" E' così che dovrà essere sempre, senza speranze, nella civiltà dominante del pianeta Terra, o c'è un modo migliore?
Abbiamo bisogno di un nuovo calendario!
Naturalmente, un nuovo calendario significherebbe anche una nuova società, ed un nuovo modo di fare le cose. Precisamente per questa ragione, il mondo non ha un nuovo calendario - a dispetto degli appelli al buon senso e dei nobili tentativi dell'ultimo secolo e mezzo. Il problema è che dobbiamo sempre aspettare il Vaticano, il Presidente o il Parlamento o l'ONU per approvare il nuovo calendario. Con il complessificarsi della società, le probabilità che le cose vadano in questo modo sono scarsissime - il che ha reso di gran lunga peggiore la programmazione del vecchio calendario. Non possiamo aspettare ancora. Il vecchio tempo ci sta letteralmente ammazzando. Aspettare che la decisione venga dall'alto - non succederà. La cosa giusta da fare è cambiare il calendario noi stesi. E' così che sarà. Il modo di combattere l'inguaribile depressione incorporata nel vecchio calendario consiste nell'incominciare a vivere secondo uno standard che sia armonico e che ci renda inguaribilmente felici - perché è armonico.
Parlo in base alla mia esperienza. Non seguo più il vecchio calendario. Vivo seguendo un calendario diverso in cui non esiste il 24 Gennaio - quella data è Dali 15 della Luna Risonante. Di fatto, Settembre, Novembre, Giugno o Luglio non esistono più, come pure Lunedi, Martedi, Mercoledi, ecc. Per me, tutti i millenni di preoccupazione e superstizione inglobati in questo sistema sono svaniti - e così non ho nulla di cui deprimermi. Ma ho qualcosa di nuovo da imparare, e nuovi valori da programmare nelle mie abitudini e nel mio carattere - valori come la pace, l'armonia, la cooperazione e la gioia. O forse sono solo preveggente, e sapevo che, se avessi cambiato calendario, il mio compleanno non sarebbe caduto nel giorno più deprimente dell'anno! E' un'ironia molto sottile quella che porta il leader di un movimento mondiale per il cambio del calendario a celebrare il suo compleanno nel "giorno più deprimente" del vecchio calendario!
E' dal 1989 che promuovo il nuovo calendario, uno standard armonico perfetto di tredici lune di 28 giorni ciascuna. L'idea ha fatto presa. Oggi sempre più gente in più di 90 nazioni di tutto il mondo sta facendo la stessa cosa. Non stanno aspettando che il Vaticano o l'ONU dicano che va bene. Stanno seguendo un nuovo calendario che sanno che li farà sentire esseri umani più felici, più pacifici, e che - se adottato da tutti gli esseri umani - porterà la pace alla razza umana. Il numero di persone che adotta il nuovo calendario è in continuo aumento, il che è facilmente comprensibile se leggiamo le tipiche notizie intrappolate nella disperazione del vecchio tempo: "Nel 2020 il terrorismo sarà ancor più sofisticato ed impossibile da rintracciare", oppure "Nel 2033 un terzo della popolazione mondiale vivrà in periferie degradate", "Entro il 2015 ci sarà una drammatica carenza d'acqua", "Entro il 2012 la Corrente del Golfo scomparirà".
Vedete, un calendario che è una disperata irregolarità non può essere programmato per la pace o l'armonia - produrrà solo irregolarità. E con un calendario in cui la depressione e l'irregolarità sono i programmi di routine, non potremo far altro che accrescere la disperazione che si prova di fronte ad un mondo che diviene sempre più complesso, in cui la depressione - secondo l'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) - aumenta esponenzialmente da quando un numero sempre crescente di lavori consiste nello stare attaccati ad un computer.
Il fatto è che c'è un solo modo per evitare che la rivoluzione informatica ci travolga con una valanga di informazioni non-regolate - i nuovi gigabytes di informazione del 2002, se fossero stampati su carta, richiederebbero una quantità di libri pari a 37.000 nuove Biblioteche del Congresso degli USA! La nostra mente non riesce a reggere… Ed il vecchio calendario non fa che aumentare la sensazione di disperazione.
Queste sono solo alcune delle ragioni per cui abbiamo bisogno di un nuovo calendario. Abbiamo già costruito la torre di Babele. Non riusciamo più ad ascoltare in che modo pensiamo, e c'è troppa scelta per poter anche solo pensare di iniziare a discriminare. Dobbiamo ricominciare tutto da capo, con un programma nuovo, più aerodinamico, più armonioso. Dobbiamo convocare un 'time out' (pausa durante il gioco, NdT) dalla guerra per operare il cambio al nuovo tempo. E in quella pausa potremo dire: "Mettiamo giù le nostre armi per un po’, e proviamo a vedere come vanno le cose quando si vive senza armi, così potremo cambiare marcia. Non abbiamo tempo per nient'altro!"
C'è un professore della Johns Hopkins University che afferma di avere un nuovo calendario pronto per il prossimo 1 Gennaio 2006 - una variazione sul tema del calendario gregoriano. Ma c'è anche un grande movimento mondiale di gente che segue un nuovo calendario - veramente nuovo: si chiama Tredici Lune di Pace. E il movimento per il cambio del calendario si chiama Movimento Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune. La rete organizzativa di questo movimento si chiama PAN, Planet Art Network (Rete d'Arte Planetaria). La Fondazione per la Legge del Tempo è invece la fonte delle informazioni e la base di coordinamento. Dal momento che i mass media non hanno ancora scoperto questo Movimento, elenchiamo qui di seguito alcuni fatti in grado di accrescere la consapevolezza:

Breve Storia del Movimento Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune

1989. Museo del Tempo, Ginevra (Svizzera). Scoperta delle frequenze temporali: frequenza artificiale 12:60 (calendario irregolare di 12 mesi, ora meccanica di 60 minuti) e frequenza del tempo naturale 13:20, codificata nello Tzolkin di 13 x 20 unità - base del sistema dei calendari Maya. Ciò stabilisce l'inizio della scoperta della Legge del Tempo, con la percezione che, a meno che il mondo cambi la sua frequenza temporale, esso è programmato per il disastro. Da qui il primo passo - cambiare il calendario.
1990. Formulazione del calendario di tredici lune (o mesi lunari) di 28 giorni, con la data iniziale sincronizzata al 26 Luglio. Il 365° giorno, "giorno fuori dal tempo" (non è un giorno di alcuna luna, né della settimana), è sincronizzato con il 25 Luglio gregoriano.
1991. Creazione dei codici del Dreamspell del "tempo quadri-dimensionale", base dello standard armonico del calendario di 13 Lune di 28 giorni (= sincronometro = misura della sincronicità).
1992. 25 Luglio: prima celebrazione del Giorno Fuori dal Tempo. Creazione dei primi calendari delle 13 Lune di 28 Giorni. Filosofia del nuovo tempo espressa come "Il Tempo E' Arte" in contrapposizione a "il tempo è denaro".
1993. Rivelazione della profezia del Telektonon di Pacal Votan (tomba nel Tempio delle Iscrizioni a Palenque, in Messico); base del consolidamento del Movimento Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune in Messico e in Sud America.
1994. Creazione del Piano Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune, presentato all'UNESCO e all'ONU.
1995. Il Piano Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune viene portato in tutto il mondo e presentato in Sud America, Africa, Asia e Nord America. Primi tentativi di contattare il Vaticano. Offerta del Piano alle Nazioni Unite, in occasione del loro 50° anniversario.
1996. Primo Congresso Planetario dei Diritti Biosferici a Brasilia (Brasile). Calendario delle 13 Lune e Bandiera di Pace di Roerich autorizzati come base del ristabilimento della pace nella biosfera. Cerimonia della dissoluzione dei confini a Four Corners (USA). Seconda presentazione all'ONU. Formulazione della Legge del Tempo come 'T (E) = A' (tempo moltiplicato per energia uguale arte), base del tempo come fattore universale di sincronizzazione e di armonia.
1997. Congresso Mondiale sulla Legge del Tempo e Tribunale del Giorno del Giudizio - Istituto Rinri, Tokyo (Giappone). Accusa formale al Vaticano per la "Dottrina della Scoperta", la distruzione delle biblioteche Maya e l'imposizione del calendario gregoriano sui Popoli Indigeni conquistati. Adozione della Legge del Tempo come nuovo standard di armonia, pace e giustizia tra tutte le genti della Terra.
1998. Piano Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune portato a Roma, presentato in uno speciale appello al Vaticano affinché partecipi alla riforma universale del calendario per un nuovo ecumenismo globale: UR, la Religione Universale sulla Terra.
1999. Piano Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune presentato all'Appello di Pace dell'Aja. Summit Mondiale sulla Pace ed il Tempo all'Università per la Pace del Costarica, con presentazione del fondamentale documento "Il Cambio del Calendario ed il Futuro della Civiltà". Invio di emissari del Summit con le sue conclusioni e raccomandazioni al Vaticano e alle Nazioni Unite. Seminario di sette settimane del Nuovo Tempo dei Maghi della Terra a Picarquin (Cile).
2000. Si costituisce la Fondazione per la Legge del Tempo in Oregon (USA), organizzazione educativa senza fini di lucro per la promozione della Legge del Tempo e del Piano Mondiale di Pace per l'Adozione del Calendario delle Tredici Lune.
2001. Ampia diffusione del PAN (Rete d'Arte Planetaria) grazie al sitowww.tortuga.com. Presentazione della Legge del Tempo all'Accademia Russa delle Scienze a Novisibirsk, e ai popoli indigeni del Sud America e dell'Asia Centrale.
2002. Creazione del Centro di Ricerca e Sviluppo della Fondazione per la Legge del Tempo. Pubblicazione di Time and Technosphere, the Law of Time in Human Affairs (Tempo e Tecnosfera, la Legge del Tempo nelle faccende umane - non ancora disponibile in italiano).
2003. Consiglio della Visione del PAN Europa a Bruxelles (Belgio). Continua espansione del movimento per il cambio del calendario in tutto il mondo.
2004. Anno del Grande Cambio del Calendario, festival multipli 'Pace attraverso Cultura' del Giorno Fuori del Tempo. La Fondazione trasferisce il suo quartier generale ad Ashland in Oregon (USA), inaugura la Galleria 'Tempo E' Arte', espande il programma di Ricerca e Sviluppo per il progetto Noosfera II e prepara una serie di sette volumi "Cronache di Storia Cosmica, la Riformulazione della Mente Umana". Il Consiglio della Visione del PAN Europa si riunisce nuovamente in Portogallo. Creazione del sitowww.lawoftime.org. Massimo numero di calendari mai stampati in Israele, Italia, Australia, Spagna, Russia, Germania, Gran Bretagna, Giappone, Messico, Brasile, Cile, USA, ecc. Un milione di calendari tascabili diffusi gratuitamente in Brasile.
2005-06. Pubblicazione del primo volume della Cronache di Storia Cosmica. Primo Congresso Mondiale della Rete d'Arte Planetaria convocato nel 2006.

Batti la depressione. Vinci sulla fine del mondo. Cambia il Calendario! E' un movimento evolutivo già in progresso. La scadenza è il 2012. Possiamo farcela!

Per informazioni contattare:
Ufficio per la Riforma del Calendario Universale
Fondazione per la Legge del Tempo
calendarreform@lawoftime.org

domenica 28 febbraio 2016

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 28.02.2016 - SCIMMIA BLU RITMICA, KIN 71 - GIORNO SEI DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI


Il giorno 6 dell'Onda rappresenta la ricerca di equilibrio dopo che è stata integrata la Forza dell'insegnamento che l'energia dell'Onda trasporta.
Facciamo un preambolo: la cosmogonia Maya include 20 glifi solari (raffiguriamoci 20 segni astrologici, giusto per capire). Essi sono le 20 identità dentro cui un umano può nascere. Ciascuna di esse risuona alternativamente a 13 tonalità diverse, che sono le qualità dell'energia. 20 x 13 = 260, che corrisponde in giorni alla durata del Sacro Computo dello Tzolkin contenuto nel Calendario delle 13 Lune di 28 giorni. Lo Tzolkin esprime le qualità del Tempo delle 13 Lune. Seguendo gli insegnamenti portati da queste qualità possiamo risvegliare la memoria delle nostre radici stellari. Ogni glifo solare dà vita ad una propria Onda Incantata di 13 giorni, che permetterà a quel glifo di essere perfettamente integrato dentro il mentale collettivo umano. In questi giorni è l'Allacciatore dei Mondi il portatore di informazioni galattiche ed in questa serie di 13 giorni attuali, dal 23 febbraio al 07 marzo,  si respira il suo insegnamento.
Ci troviamo dunque nel momento in cui possiamo integrare un senso di equilibrio dopo che abbiamo messo a fuoco che cosa nella nostra vita ha bisogno di essere guarito. Come dicevo, ieri abbiamo percepito la Forza dell'insegnamento dell'Allacciatore, che è il potere di costruire Ponti Arcobaleno tra i nostri conflitti interiori, per portare coesione ed integrità in tutto il nostro mondo esterno.
La Scimmia Blu che risuona al Tono Ritmico ci aiuta a prendere il giusto distacco dalle emozioni per ritrovare il centro. La Scimmia Blu rivela il tessuto energetico della Vita, così possiamo renderci conto del vero valore degli eventi e del substrato emozionale che è in gioco per noi. E' un giorno da dedicare al Risveglio, per essere onesti e sinceri su noi stessi e guardarci dalla giusta prospettiva.

L'Olio Aura-Soma di riferimento al Kin di oggi è il n. 71, contenente il Raggio Rosa sul Chiaro. Il suo nome è "Il Gioiello dentro il Loto". Il Chiaro sotto rappresenta lo Specchio da attraversare per portare la sfumatura del Rosa (Amore Incondizionato) rimasta in superficie dentro il Cuore, un gesto d'amore per noi stessi.
Il Loto è un fiore che nasce nella palude dalle acque stagnanti e rappresenta la Trasformazione del fango del passato per prendervi le risorse rimaste nascoste. 
La Scimmia Ritmica ci mostra il vero senso del dolore che ci ha congelato (il Chiaro). E' stata una difesa, una resistenza al cambiamento, ma dalla stessa soglia si va verso la guarigione (Rosa). Allo stesso modo l'Olio n. 71, con il suo Gioiello che nasce dal fango, ci mostra come anche gli eventi che più ci segnano in realtà ci conducono oltre noi stessi, per accedere ai doni di cui siamo portatori naturali.

Stefania Gyan Salila

sabato 27 febbraio 2016

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 27.02.2016 - CANE INTONANTE BIANCO, KIN 70 - GIORNO 5 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI


Nell'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco il Cane Intonante rappresenta la Prima Torre del Potere, dove si acquisisce la Forza che profuma dei valori di Lealtà e Fedeltà che il Cane Bianco rappresenta. 
Guardando la figura qua sopra che è la rappresentazione grafica di un'Onda Incantata, il Cane Bianco si trova all'estrema sinistra in basso. Quello è il punto in cui l'Energia della Luce viene immagazzinata, dopo essere scesa dall'etere diversificandosi nelle varie frequenze dei Kin che compongono l'Onda. Arrivata al fondo, essa viene raccolta e sospinta sul piano orizzontale, per essere elaborata dal mentale collettivo. Questo tipo di azione richiede una grande forza, la stessa a cui anche noi possiamo avere accesso oggi. Quindi respiriamo e concentriamoci sul Cuore, che è una delle parole chiave del Cane Bianco, per attrarre Amore Incondizionato all'interno delle nostre cellule, portando spazio e ossigeno in ogni settore del nostro sistema umano. Il viaggio verso il Senso di Unità dell'Allacciatore dei Mondi prosegue. La cosa interessante di questo punto del viaggio è che l'Allacciatore dei Mondi è una creatura celeste mentre il Cane Bianco rappresenta la quintessenza del sentirsi intimi con altri umani, collegati insieme da cuore a cuore e da pancia a pancia. Oggi dunque il Cielo si collega con la Terra dentro la nostra coscienza, portando una frequenza di Luce molto elevata nel Cuore, per aiutarci a superare tutte le separazioni tra noi ed i nostri simili. I famosi gradi di separazione si annullano e così, se vogliamo, possiamo sentirci Uno nella coscienza unificata.
L'Olio Aura-Soma di riferimento al Kin di oggi è il n. 70, che contiene i Raggi del Giallo e del Chiaro. Il suo nome è Visione di Splendore.
Questa frequenza di colore richiama la Luce che illumina la coscienza, inviando nuove informazioni che attivano l'Arcobaleno interiore, così che l'Allacciatore dei Cieli possa proseguire il suo percorso di costruzione del Ponte delle Potenzialità Espresse.



Stefania Gyan Salila

venerdì 26 febbraio 2016

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 26.02.2016 - LUNA ROSSA AUTO-ESISTENTE, KIN 69, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 4 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO

Oggi ci troviamo dentro un Portale di Attivazione Galattica, uno di quei giorni in cui la comunicazione tra Cielo e Terra è aperta. Nell'insieme dei 260 kin (i 20 glifi solari che risuonano a tutti i 13 toni galattici, 20 x 13 = 260) i Portali di Attivazione Galattica formano una matrice, che è il pulsare della Luce galattica che ci chiama a risvegliare quella frequenza particolare, individuale ma eterna, che siamo venuti a portare qui sulla Terra. Nell'illustrazione qui sotto i giorni Portali sono identificati dai quadrati color verde scuro.



La Luna Rossa è la Purificazione delle Acque Universali, ciò significa che l'energia del giorno ci invita a dare un nome alle nostre emozioni, individuando intuitivamente (il dono di trovarsi in un Portale è una maggiore capacità percettiva) le radici lontane che oggi ci fanno risuonare in un dato modo. Questo tipo di lavoro è necessario perché stiamo procedendo lungo l'Onda Incantata del Ponte Arcobaleno ed ogni passo è importante affinché il tessuto energetico di quel Ponte che deve sostenerci sia adatto al nostro peso di esseri in cammino verso la formazione del Corpo di Luce.
Quindi con molta calma ascoltiamoci e lasciamo fluire e se c'è bisogno di un piccolo spazio per una lacrima o un grido, prendiamocelo, perché così ripuliamo il vecchio, lo scarichiamo, lo comprendiamo, lo integriamo.
Il kin di oggi è il n. 69, e l'Olio Aura-Soma corrispondente si chiama La Campana Sonante ed il suo tema principale è il Potere dell'Amore



Il colore chiaro nella parte inferiore è la liberazione del passato, è il nostro corpo che diventa fluido e può fare spazio a tutto il Magenta che sono le benedizioni del Cielo e la guarigione e l'abbondanza che scende dentro di noi ad attivare la Meraviglia.

Stefania Gyan Salila


giovedì 25 febbraio 2016

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 25.02.2016 - STELLA ELETTRICA GIALLA, KIN 68 - GIORNO 3 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO


La Stella Elettrica Gialla porta con sé il Servizio della Bellezza e dell'Armonia. Ogni Onda Incantata è un insegnamento che ha bisogno di 13 giorni per svilupparsi ed essere integrato nel nostro mentale collettivo. Ogni giorno trasporta una qualità inerente a quell'insegnamento per mostrare all'Umanità una modalità di Risveglio ad un'Essenza molto preziosa, quella che racchiude la Fiamma di Luce dell'Intelligenza Divina che splende dentro i nostri corpi animandoli.
Il terzo giorno di un'Onda descrive il Servizio di quell'insegnamento, cioè la modalità che può cambiare il nostro quotidiano, espandendo la visione che abbiamo di noi stessi nel mondo.
Il Servizio reso dall'insegnamento dell'Onda dell'Allacciatore viene espresso dalla Stella Gialla che risuona al Tono Elettrico ed Essa è legata al pianeta Venere, le cui qualità sono la Bellezza, l'Arte, l'Eleganza e l'Armonia.
L'Allacciatore dei Mondi si sta esprimendo in questi giorni e ci chiede di costruire ponti arcobaleno intorno a noi, per unirci con le polarità opposte e ciò serve ad elevare tutte le nostri parti ad uno stato di pura armonia e di danza della vita attraverso le note magistrali che il nostro Corpo di Luce emette nel riconoscere che gli stiamo preparando un posto nella nostra coscienza quotidiana. Stiamo attivandoci sempre più per portare il Cielo sulla Terra.
E di Cielo sopra di noi parla l'Olio Aura-Soma n. 68, legato al kin di oggi, il 68, chiamato "Gabriele", legato agli Esseri Angelici. Esso contiene i Raggi del Blu (pace) e del Viola (silenzio) ed invita all'osservazione della Vita nel silenzio meditativo da cui sorge la visione della Pace e dell'interazione del Divino nelle nostre vite.

Stefania Gyan Salila

mercoledì 24 febbraio 2016

LA MANO BLU, MANIK - UNO SGUARDO APPROFONDITO SUL SIGNIFICATO DEL GLIFO SOLARE - Da The Mayan Oracle


Prosegue la serie di approfondimenti delle caratteristiche dei 20 Glifi Solari tratti da questo meraviglioso testo del Mayan Oracle. Rispetto alle traduzioni precedenti, queste pagine sono molto più esplicative e chiarificatrici per scoprire com'è la nostra matrice di nascita.
Chiunque di voi voglia scoprire il proprio Glifo, può mandarmi la sua data di nascita su ashtalan@me.com
Pubblicato finora:
IL DRAGO ROSSO, IMIX
IL VENTO BIANCO, IK
LA NOTTE BLU, AKBAL
IL SEME GIALLO KAN
IL SERPENTE ROSSO, CHICCHAN
L'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO, CIMI

Qualità: Completamento, Portale, Apertura, Bellezza, Strumenti Spirituali, Divinazione, Identificazione, Agire Come Se, Danza, Mudra, Sacerdote/Sacerdotessa

Manik è un ingresso, un'apertura, un portale da una comprensione ad un'altra. Un indizio per il significato di Manik lo si ritrova nella meditazione "Io sono programmato per essere un sottile velo, una soglia verso altre dimensioni. Nella mia fine c'è il mio inizio. Il portale dell'iniziazione attende." Manik è il settimo o ultimo archetipo del ciclo di sviluppo dell'essere primario. Rappresenta il potere che nasce dal completamento. Manik viene visto come una chiusura, che è in realtà un'apertura ad un livello successivo dell'essere.
Come la fluidità dell'acqua che scorre, Manik è associato ai processi della danza, dei mudra e della bellezza. Questo movimento è una metafora del flusso e riflusso della vita. Meditando su Manik, sperimenta la qualità fluida che è la bellezza della danza cosmica. Ricordati di questa essenza e di questa fluidità quando a volte la tua vita sembra estremamente inflessibile o senza bellezza.
Manik rappresenta la "via della bellezza", la capacità di vedere una bellezza intrinseca in te stesso ed in ogni cosa. Vivere la via della bellezza richiede uno stato dell'essere in piena bellezza e potere. Da quel luogo, la tua autorevolezza fluisce naturalmente. Questa è la posizione in cui il tuo ego si allinea con la volontà divina. Quando ti trovi nella piena bellezza e pieno potere, la tua presenza invita gli altri ad essere tutto ciò che sono. Per i Maya, Manik rappresenta il cervo, la guida dolce, serenamente consapevole, che cammina con fluida bellezza e grazia, aprendosi alla rivelazione.
L'essenza di Manik è contenuta nella metafora di un'onda. L'onda ha tante fasi, dall'impulso iniziale alla cresta al completamento e alla fusione con l'oceano, ancora una volta. Manik ti connette con il vasto oceano e rivela l'approdo della tua vera identità. Se ti identifichi con la lotta tra turbini e tempeste, quella è la lezione che attirerai. Se ti identifichi con l'essere nell'uno dello spirito, per la legge delle affinità quello è ciò che tu diventerai.
Integrando Manik tu diventi un portale, aperto ai talenti e agli strumenti che rivitalizzeranno la tua crescita. Una volta attraversata la soglia arriva un salto di percezione quando tu conosci la tua Essenza e la incarni. Semplicemente agisci "come se", e subito arriverai a riconoscere la tua innata totalità. Ecco il paradosso: Riconosci la tua umanità, pur sapendo di essere un essere perfetto, in evoluzione, anche se dalla tua prospettiva non sembra così. Il risultato del tuo lavoro di completamento viene sempre rispecchiato nel mondo esterno che ti circonda.
L'energia di Manik ti aiuterà anche a manifestare i talenti spirituali - specialmente i doni intuitivi come la divinazione dell'oracolo. In ogni incarnazione porti determinati doni. Ogni sentiero - dal sacerdote e sacerdotessa, allo sciamano e danzatore all'artista e giardiniere - porta con sé vari strumenti e capacità. Tu hai scelto certi doni e strumenti che ti offrono un modo per interagire con gli altri durante il processo di vita. Questa cosa può essere molto semplice, come per esempio invocare la saggezza innata e la visione interiore per comprendere i doni degli strumenti che porti con te.
Chiedi con forza in preghiera o in meditazione di poter ricevere gli strumenti appropriati all'attuale momento di sviluppo. Tu sei degno di ricevere questi strumenti. Permetti all'onda di Manik di lavar via ciò che resta del senso di indegnità, così che tu possa pienamente ricevere i doni che sono tuoi per diritto di nascita, per usarli con piacere.
Il numero di Manik è il sette, il simbolo del potere mistico. Accettando il tuo potere mistico, verrai portato oltre il portale ad incontrare i misteri della tua essenza. Sette rappresenta la colonna mistica maya ed anche l'ultima nota di un'ottava della crescita spirituale. Sali i sette gradini della piramide. Apri il tuo loto al mondo.
Il colore di Manik è il blu magnetico - il blu che penetra nelle profondità del mare e si estende fino al cielo. E' il colore delle aspirazioni, il blu dell'onda elettromagnetica su cui puoi surfare attraverso le dimensioni. Se desideri accedere a questa energia potentemente trasformativa, visualizza un'onda magnetica di blue aurorale.

Saggezza dell'Ombra
Nell'ombra di Manik ci sono distrazioni e resistenze spirituali. Spingendoti verso i "limiti di crescita" puoi sperimentare le problematiche e le resistenze che ti impediscono di rivelare la tua vera bellezza ed il tuo potere. Sul tuo sentiero ti verrà offerto sempre accesso a nuovi strumenti ed altre iniziazioni. Ripensa a quando ti è stato fatto questo dono, quando ti sei imbarcato per una nuova ricerca o possibilità. Concentrati per scoprire altre aperture che ti potranno essere offerte. Potrebbero arrivare in circostanze insolite. Potresti scoprirle in periodi di crisi emozionale e in mezzo ad apparenti ostacoli. Spesso lo Spirito, attraverso delle intense situazioni di vita, crea degli accessi insoliti verso potenziali nascosti. Diventando consapevole di questi portali di iniziazione, apri la porta alle guide e agli alleati, così si può rompere l'incantesimo delle distrazioni e dei comportamenti reattivi.
Un'altra ombra di Manik è la difficoltà di portare le cose a termine. Portare a compimento le cose è particolarmente difficile se ti senti inadeguato o non compiaciuto dei risultati dei tuoi sforzi. Se vuoi fare molte cose contemporaneamente, ti sentirai troppo sotto pressione e stressato per finire. Forse ti piace il processo creativo però perdi la motivazione a causa di problematiche inconsce oppure a causa di tutta la fatica richiesta per portare a termine il lavoro. Tutto questo diventa più facile se ti permetti di sentire entusiasmo e soddisfazione per i passi fatti lungo il cammino. 
Un'altra ombra di Manik è non avere desiderio né la disciplina necessari a gestire uno strumento (come la meditazione, la guarigione oppure una delle tante arti creative). E' importante ricordare che è necessario mettere impegno, concentrarsi su un obiettivo ed essere aperti per acquisire qualsiasi nuova abilità.
Un'ombra legata a Manik è credere che sia lo strumento ad avere il potere. Gli strumenti sono semplici veicoli per collegarti con il Divino. Credi che la tua capacità di avere informazioni usando cose come i tarocchi o i temi astrologici derivi dai simboli o dai sistemi? Lo strumento ti dona solo un mezzo su cui focalizzarti per aprirti alla verità che viene rivelata attraverso la metafora. Se ti identifichi troppo con i tuoi strumenti e sei attaccato a loro - libri, cristalli, simboli, sistemi, ecc - credi che il tuo potere sia esterno a te. Apriti alla chiarezza della tua natura mistica. Tu sei lo strumento attraverso cui lo Spirito parla. Tu sei il contenitore aperto in cui la luce può giocare.
Allo stesso modo, se ti aggrappi ad uno strumento, la tua visione diventa troppo limitata e lo strumento stesso meno efficace. La trasformazione offerta dall'ombra di Manik può essere trovata nel divenire fluidi ed innovativi. Apri e chiudi la mano per afferrare i tuoi strumenti con nuove modalità. Finisci ciò che hai iniziato usando l'impegno e l'intenzione e considera l'apporto necessario della disciplina nell'affinare le tue capacità. Sii come l'acqua, fluisci dolcemente e danza anziché afferrare, lottare e aderire. Sii un portale trasparente e luminoso. Sii lo strumento attraverso cui parla la tua magnificenza!

Saggezza Armonica 
La saggezza armonica incarnata da Manik è la risoluzione, che rappresenta il completamento o la totalità. La risoluzione implica passare attraverso alcune dissonanze prima di arrivare ad un accordo o armonia. A volte possiamo attraversare delle difficoltà ed esperienze intense per conoscere l'armonia del completamento. Dal punto di vista musicale, Manik rappresenta la fine di una frase o di un pezzo. La risoluzione spirituale ha a che fare con il completamento di una fase di crescita e l'apertura di una nuova.
Il termine musicale per descrivere Manik è coda, che denota il passaggio che completa un movimento. Manik rappresenta un rito di passaggio, una festa che ricapitola tutte le fasi precedenti attraverso cui sei passato. La risoluzione onora il concetto che tutto è in processo di crescita. Poiché l'evoluzione spirituale è infinita, il concetto di completamento perde significato; tuttavia per tutti coloro che lavorano sull'espansione di consapevolezza è saggio riposarsi periodicamente in un'oasi. Con gioia, festeggiate questi riti di passaggio con la danza, il canto e le risate.

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 24.02.2016 - MANO LUNARE BLU, KIN 67 - GIORNO 2 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO


La Mano Blu che risuona al Tono Lunare rappresenta la Sfida davanti a cui ci mette l'insegnamento dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, Colui che vuole mostrarci la Via verso la Totalità.
Quando desideriamo abbracciare la nostra totalità, ci troviamo davanti a tutta la nostra Luce, ma ovviamente anche davanti all'Ombra, e spesso questa oscura la Luce che conteniamo, perché l'essere umano tende maggiormente ad identificarsi con il dolore piuttosto che con la gioia. Ciò è dovuto ad una relazione vittimistica nei confronti del mondo, a sua volta radicata nel Bambino Interiore che ha bisogno di attenzione. Quando impariamo a dare spazio alle nostre emozioni e le lasciamo fluire nel loro divenire, ecco che diamo spazio anche alle nostre parti inconsce che risalgono alla superficie, così che noi possiamo farne esperienza, vedendo il mondo con quegli occhi particolari, forse smarriti, ma veri e sinceri rispetto a quello smarrimento. Tuttavia lo spazio acquisito nel Cuore farà sì che possiamo accogliere lo smarrimento senza soccombere, riuscendo a contenerlo, integrandolo. 
E qui si verifica la guarigione. Qui è possibile costruire il Ponte Arcobaleno dell'Allacciatore dei Mondi, che unisce Luce ed Ombra in noi, che abbiamo esplorato grazie alla precedente Onda Incantata del Viandante dei Cieli.
Così passa finalmente l'abbondanza della Vita attraverso quel Ponte Arcobaleno, ed accade ciò per cui il Sentiero della Manifestazione delle Grandi Possibilità ha impostato il corso dell'energia. Entriamo nel Talento.
Di abbondanza, di talento dell'anima, di benedizione, di guarigione e di Amore Divino portato sulla Terra parla il Raggio dell'Olio Aura-Soma di oggi, il n. 67, chiamato "Amore Divino", che contiene il color Magenta in Luce. 
Nell'unità ed integrità interiori ci apriamo all'abbondanza e portiamo guarigione dovunque sia richiesta, per rendere onore a noi stessi e alla Vita che scorre dentro di noi.

Stefania Gyan Salila

martedì 23 febbraio 2016

L'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO, CIMI - UNO SGUARDO APPROFONDITO SUL SIGNIFICATO DEL GLIFO SOLARE - Da The Mayan Oracle




Qualità: Arrendevolezza, Lasciar Andare, Morte, Trasmutazione, Perdono, Umiltà, Rivelazione

Cimi è quiescienza, il regno dell'arrendevolezza, il nido accogliente e morbido come il velluto dove lasciar andare e perdonare. Nel fare apprendimento di questa posizione, tu permetti ad ogni cosa di andare bene così com'è. Questa arrendevolezza è l'opposto della rinuncia o di delegare il tuo potere a qualcun altro. E' arrendersi a quell'aspetto del sé che sa oltre la limitata capacità percettiva della mente, oltre a come credi che le cose dovrebbero essere. E' sapere che qualunque cosa tu stia vivendo, a prescindere da come sembra, essa è esattamente al servizio della tua evoluzione spirituale. 
Rimanere attaccato agli schemi e al dolore del passato limita le tue possibilità. Arrendendoti, tu ti liberi dentro il presente, dentro le braccia della morte, del lasciar andare, del perdono. L'arrendevolezza è libertà. Perdona te stesso. Perdona gli altri. Lascia andare. Il perdono è una pietra miliare del processo di morte-e-trasformazione. Il perdono apre le porte all'amore incondizionato. (Vedi il Sole Giallo, Ahau - in preparazione).
Forse i vecchi schemi inconsci non funzionano più con te, però il nuovo non è ancora vivibile. Se così è, questo è in realtà un segno che è in atto una trasformazione. Cimi può aiutarti ad abbattere le elaborate strutture dell'ego, e porta un nuovo allineamento sia dentro che fuori. Questo processo di morte e trasformazione ti porta dentro le tue profondità. Se fai resistenza all'insegnamento di Cimi, potresti trovarti probabilmente a doverti inginocchiare con umiltà. Ogni giorno, durante il nostro viaggio, viene chiesto a tutti noi di arrenderci, di lasciar andare, di far morire i vecchi schemi inconsci e le parti non più funzionali.  Più consapevolmente riesci ad agire queste piccole "morti" quotidiane, più speditamente procederà il tuo processo di resa. 
L'atteggiamento di arrendevolezza ha il potere di consumare tutto ciò che non ti serve. Cimi ti insegna a lasciar andare ed essere. Rappresenta la morte delle parti in eccedenza del piccolo sé, che possono essere usate come foraggio o carburante per rigenerarsi dentro un sé più vasto. L'energia che si genera dalla trasformazione di queste parti crea un raffinamento del tuo spirito. Inoltre, bruciando le scorie del piccolo sé, si viene a creare un vuoto che attira nella tua vita nuove persone, nuove idee e direzioni.
Meditando con Cimi contempla queste parole: "Io sono il carburante, la legna ed il foraggio da usare per distruggere tutti gli ostacoli e ricostruirmi dentro la Divinità. Rivelo me stesso nell'arrendevolezza." In passato un vecchio atteggiamento o un sistema di credenze ha creato una modalità in cui sentirti temporaneamente meglio con te stesso, a sostegno della struttura dell'ego. Bruciando questa struttura, tu crei un sentiero attraverso il quale lo Spirito porta lo stesso senso di soddisfazione. Decidendo di voler camminare dentro la selva oscura, ti arrivano in dono comprensioni e rivelazioni. 
Cimi ti porta dentro le profondità inconsce, per farti rinascere attraverso il processo di lasciar andare e arrenderti. Se stai sperimentando Cimi in una separazione, in una morte, in un divorzio, perdita del lavoro, bancarotta, o un apparente tradimento, lascia andare le tue paure ed arrenditi agli insegnamenti portati da queste esperienze. Fai spazio consapevolmente ad accogliere i nuovi doni. Accetta la verità dell'attuale situazione. Accettando ciò che è, puoi andare avanti. Il cambiamento e la crescita diventano più semplici e spontanei. Ogni esperienza vissuta in questo stato vivificato dall'arrendevolezza porta una grande gioia. 
Il numero per Cimi è il sei, la vibrazione dell'equilibrio della vita. Nel sei, il singolo punto dell'unità si combina con le fondamenta nel sé individuale e crea un equilibrio.
Il colore di Cimi è il verde bosco. Tu, come il simbolo dell'albero sempreverde, sei vivo e verde mentre attraversi il processo della morte apparente e della trasformazione dell'inverno. Il verde crea un senso di equilibrio e di calma pacifica. E' riposante e lenitivo, aiuta il radicamento e la centratura. Se desideri accedere al potere di Cimi, visualizza il verde bosco.

Saggezza dell'Ombra
Un'ombra di Cimi si rivela nel desiderio di avere il controllo. In questa ombra potresti aver paura della vita o del cambiamento. Senti il bisogno di gestire le situazioni? Le tue motivazioni sono guidate dal "devo" e "dovrei"? Se è così, stai limitando le tue possibilità, in realtà.
Un'altra manifestazione del bisogno di controllare è la paura della morte - non comprendere il fatto che sei dentro un corpo fisico mortale. Hai voglia di guardare alle conseguenze e alle possibilità presentate dalla tua morte? La morte di tutte le cose, anche dei tuoi cari, è parte del ciclo della trasformazione. Anche se apparentemente non senti di aver paura della morte, ci sono molte tematiche associate a quella paura - per esempio, uno squilibrio della mente, nelle emozioni e nel corpo, una esagerata attenzione per la salute, un accumulo ossessivo di beni materiali, evitare il dolore, e atteggiamenti edonistici, egoici e di dipendenza.
Cimi ti aiuta anche a vedere oltre gli aspetti più difficoltosi e spiacevoli della vita. Una delle lezioni più grandi è quella di arrendersi agli eventi del calibro di un divorzio, un tradimento, un incidente, malattia, o morte. Cosa ti rivelano queste potenti lezioni? Spesso una morte simbolica ti offre un'iniziazione per aiutarti ad incarnare il tuo potere. (Vedi anche la Notte Blu, Akbal e il Cane Bianco, Oc - in preparazione -).
Ricordati: ciò contro cui lotti prospera sulle resistenze che opponi. Abbandona la lotta causata dalle convinzioni pessimiste o fataliste. La lezione di Cimi è contenuta nella stessa resistenza. Arrenditi senza giudizi. Agisci in supporto al tuo processo di lasciar andare. Mantieni una chiara intenzione, e osserva semplicemente i vecchi schemi che si dissolvono e muoiono. Può anche essere così facile.

Saggezza Armonica
La saggezza armonica incarnata da Cimi è la serenità, lo stato che stimola l'ispirazione e la rivelazione. Cimi rappresenta anche la tranquillità e la pace, che a loro volta aprono il campo alla creatività ed all'armonia. La serenità è uno stato in cui le vecchie parti del sé possono essere liberamente lasciate andare per generarne di nuove. Un serpente in muta, che si sta preparando a liberarsi della sua vecchia pelle, si ritira nella serenità del silenzio. La muta è il tempo in diventare "ciechi" rispetto al mondo esterno, per entrare nella saggezza interiore. 
I termini musicali che descrivono Cimi sono: schmelzend, che significa "fusione lirica"; dolce, che significa "soffice e tenero"; e solo, che indica un passaggio per voce singola. C'è una danza nella vita che devi fare da solo, ed è la danza della morte. Cimi può aiutarti a prepararti per quella morte, attraverso le tante piccole "morti" delle tue parti non più funzionali. In Cimi la morte diventa un alleato, la serenità di lasciarsi andare dentro l'immortalità della tua natura divina.

Cerimonia di Resa
Di seguito vengono illustrate due modalità di approccio per organizzare una cerimonia di resa e lasciar andare. Innanzitutto, diventa consapevole di quei concetti del sé che desideri lasciar andare (credenze, giudizi, limiti, ecc.) o semplicemente arrenditi al tuo schema di perfezione. Secondo, puoi invocare l'energia della resa attraverso l'archetipo di Cimi. Puoi usare il colore verde, la malachite, il profumo della gardenia, la musica, oppure il mudra corrispondente (n.d.t. - lo trovi in questo link). Puoi fare la meditazione di Cimi oppure altre meditazioni che ti aiutino a sentirti aperto e predisposto.
Una volta che ti senti pronto, arrenditi e lascia andare qualunque cosa ti venga in mente, dalle paure inconsce alle parti scomode di te. Potresti sentirti ispirato a scrivere ciò che vuoi eliminare, fallo poi brucia il foglio. Potresti sentire il bisogno di contrarre e rilasciare alcune parti del corpo che contengono una metafora legata al senso di limite. 
Presta attenzione a qualunque comprensione intuitiva ricevi per continuare a crescere. Esplora il ruolo che il perdono svolge nel tuo processo. Se vuoi, puoi leggere a voce alta la poesia sull'arrendevolezza del Bambino Magico di Cimi.  
Per concludere, puoi scrivere, intonare, disegnare, ballare, scarabocchiare o cantare una risposta al tuo processo.
Come in ogni cerimonia, si è soliti concludere con la gratitudine per ciò che è stato dato, lasciando andare qualunque energia archetipica sia stata invocata.


Link per l'interpretazione degli altri Glifi Solari:

Glifo n. 1 - IMIX Drago Rosso
Glifo n. 2 - IK Vento Bianco
Glifo n. 3 - AKBAL Notte Blu
Glifo n. 4 - KAN Seme Giallo
Glifo n. 6 - CIMI Allacciatore dei Mondi Bianco
Glifo n. 7 - MANIK Mano Blu
Glifo n. 8 - LAMAT Stella Gialla
Glifo n. 9 - MULUC Luna Rossa
Glifo n. 10 - OC Cane Bianco
Glifo n. 11 - CHUEN Scimmia Blu
Glifo n. 12 - EB Umano Giallo
Glifo n. 14 - IX Mago Bianco
Glifo n. 15 - MEN Aquila Blu
Glifo n. 16 - CIB Guerriero Giallo
Glifo n. 17 - CABAN Terra Rossa
Glifo n. 18 - ETZNAB Specchio Bianco
Glifo n. 19 - CAUAC Tempesta Blu
Glifo n. 20 - AHAU Sole Giallo

IL SERPENTE ROSSO, CHICCHAN - UNO SGUARDO APPROFONDITO SUL SIGNIFICATO DEL GLIFO SOLARE - Da The Mayan Oracle



Prosegue la serie di approfondimenti delle caratteristiche dei 20 Glifi Solari tratti da questo meraviglioso testo del Mayan Oracle. Rispetto alle traduzioni precedenti, queste pagine sono molto più esplicative e chiarificatrici per scoprire com'è la nostra matrice di nascita.
Chiunque di voi voglia scoprire il proprio Glifo, può mandarmi la sua data di nascita su ashtalan@me.com
Pubblicato finora:
IL DRAGO ROSSO, IMIX
IL VENTO BIANCO, IK
LA NOTTE BLU, AKBAL
IL SEME GIALLO KAN

Qualità: Vitalità, Passione, Saggezza del Corpo del Sentire, Motivazione, Desiderio, Istinto, Creatività, Serpente, Kundalini, Integrazione, Purificazione, Intimità

"Io sono la pietra focaia e lo stoppino del sacro fuoco", così dice la meditazione di Chicchan. Nel Grande Mistero, la pietra focaia e lo stoppino rappresentano la combustione dell'istinto che dà vita al movimento nel corpo fisico portandolo all'unione con lo Spirito. Mettendo insieme pietra focaia e stoppino, la scintilla della divinità risveglia e accende il fuoco della tua essenza. Chicchan invita la scintilla purificante del fuoco sacro, la kundalini, a allineare il corpo con la mente e lo spirito, portando integrazione. Chicchan può aiutarti a scoprire apparenti blocchi in uno specifico chakra, per ripulirlo ed allinearlo. Se ti trovi in un processo di purificazione, chiedi assistenza a Chicchan.
Il simbolo di Chicchan è il serpente, che rappresenta la guarigione e la totalità. La medicina maya può eliminare le tossine, rinvigorire e trasformare le malattie. Chicchan è conosciuto dai Maya kultanlilni. o kundalini, l'energia che si muove verso l'alto dalla base della colonna vertebrale ed esce dal chakra della corona. Esistono due aspetti di questa forza, la ida e la pingala, le polarità maschile e femminile. Uno degli aspetti segreti di Chicchan è l'attivazione degli stati elevati di coscienza grazie al riequilibrio di queste due polarità, che così danzano dentro di noi come una sola forza. Un'altra metafora per l'energia del serpente deriva dalle parole maya luk umen tun ben can, cioè "coloro che sono assorbiti dal serpente della sacra conoscenza". Quando i sette chakra vengono tutti attivati, si può sperimentare uno stato di illuminazione.
Chicchan rappresenta l'apparato strutturale di base delle tue motivazioni, degli istinti, dei desideri, e del tuo movimento innato verso la totalità. Chicchan ti chiede di liberarti dalla pelle del tuo passato per entrare tra le fiamme della trasmutazione alchemica e questo porta una rinascita. Questo desiderio è la nostra risposta innata codificata nelle profondità del nostro essere.
Con l'energia di Chicchan impari ad usare l'intelligenza innata del corpo. Nella nostra cultura potresti esserti dimenticato di quella saggezza. Funziona così: sopprimendo e ignorando le tue problematiche, il corpo riceve e trattiene le metafore inconsce di ciò che viene ignorato. Questo viene espresso attraverso i sintomi fisici che portano le problematiche inconsce alla consapevolezza. Se ciò accade, lavora per acquisire un rapporto più consapevole con il tuo corpo - e lavora con le metafore fisiche per guarire te stesso a tutti i livelli.
Il corpo ha un tipo di coscienza specifico che passa in modo chiaro i messaggi. Il tuo corpo è una metafora vivente che rispecchia la mente, le emozioni e lo spirito. Però il corpo ricorda anche tutto ciò che ha sperimentato e di conseguenza trattiene la coscienza del passato dentro di sé, inclusi le ferite ed i traumi del passato. Guarendoli, ricordati dell'innocenza del tuo corpo. Trattalo con amore e rispetto. Apri te stesso e diventa consapevole dei suoi messaggi e delle metafore anziché trattenerli in te. Guarda l'intento positivo dei sintomi o dei processi fisici che il tuo corpo usa per comunicare. Esplora qualunque cosa esso ti invita a vedere.
In questo processo di allineamento puoi usare immagini o energie che ti arrivano in meditazione o nei sogni. Viaggia all'interno del corpo per catalizzare ed esplorare le sensazioni, i colori, le forme o i simboli. In questo periodo abbiamo un'enorme opportunità per trascendere sia la genetica fisica che quella spirituale. L'integrazione del corpo ci dona un'opportunità impagabile di evoluzione personale. Impara ad espandere ed utilizzare i sensi per aver accesso alla saggezza ed alla vitalità del tuo corpo. Non "pensarci"; semplicemente permetti al tuo corpo di sentire intuitivamente le soluzioni necessarie al cambiamento e alla crescita.
Chicchan rappresenta anche il collegamento tra le potenti esperienze fisiche/estatiche e la luce della coscienza elevata.  Questa è un'iniziazione di risveglio attraverso il corpo ed i sensi, anziché negarli. Come dice José Arguelles in "Il Fattore Maya", "Come i Maya, anche noi comprenderemo che il sentiero verso le stelle passa attraverso i sensi". Il corpo contiene le chiavi del risveglio totale della coscienza. Questa comprensione così profonda viene espressa nelle pratiche tantriche, dove la spiritualità e la sessualità vengono integrate ed onorate come un mezzo per arrivare all'illuminazione. Chicchan rappresenta l'integrazione della mente, del corpo e dello spirito.
Chicchan viene associato agli strumenti sacri del tamburo e dei sonagli. Questi possono rompere e smontare i vecchi schemi oppure portare l'energia in allineamento.
Il numero di Chicchan è cinque, la vibrazione del centro. In Chicchan, il tuo centro è rappresentato dall'asse centrale della colonna vertebrale, attorno a cui l'energia universale si muove a spirale. Questa barra simboleggia il fondamento umano all'interno del sé individuale, il fondamento che risveglia la totalità. Cinque rappresenta anche la mano umana, la presa dell'umanità.
Il colore di Chicchan è il rosso vivo, che rappresenta la passione, la vitalità ed il fuoco della purificazione. La parola maya per questa energia rosso-arancio è chacla. E' il colore del risveglio e della resistenza, il colore della lava. Esso può sostenere il sistema nervoso nella preparazione agli stati elevati di coscienza. Se desideri avere accesso a questa energia, visualizza il colore delle fiamme rosso-arancio.

Saggezza dell'Ombra
Chicchan rappresenta il cervello rettiliano. Questa parte del cervello prospera nella routine, negli schemi e nella prevedibilità. Se ti trovi nell'ombra di Chicchan, potresti vivere la tua vita con il "pilota automatico", e sembri separato dalle scelte ispirate dall'Essenza del Sé. Usa il potere di Chicchan per creare spontaneità e novità, liberandoti dalla prevedibilità della routine e dell'abitudine.
L'ombra di Chicchan può essere vista anche come aderenza alle credenze culturali. Un esempio di questo è avere la "giusta" dieta, una bella macchina, la casa grande, la migliore pratica di meditazione, eccetera. Un altro esempio è volere che gli altri rientrino dentro la tua idea di desiderabilità o che soddisfino i tuoi desideri, per creare una sensazione di sicurezza e di autostima. Trasforma questi schemi e scopri le tue motivazioni intrinseche. Senti quali sono le nuove scelte a te disponibili. Allenati prendendo decisioni in modo intuitivo e spontaneo. Ti viene chiesto di connettere istinto ed essenza.
Un'altra ombra di Chicchan è di essere attaccato al corpo fisico o di dare troppo spazio ai desideri sessuali. Forse ti identifichi così tanto con il corpo e sul suo aspetto da pensare di essere il tuo corpo. Questo atteggiamento rafforza l'illusione della separazione dall'Essenza del Sé. Lavora con le problematiche ed i desideri fisici contenuti nel corpo. Distaccati dall'auto-critica e dalle problematiche legate all'espressione sessuale. Usa Chicchan per sperimentare la sessualità in allineamento con l'amore. Vedi il corpo come uno strumento sacro di trasformazione. Distaccati dal giudizio rispetto alle preferenze ed espressioni sessuali sia tue che degli altri.
Nascoste nei recessi oscuri di questa ombra ci sono problematiche legate alle disfunzioni sessuali, molestie sessuali, violenza carnale, abuso sessuale, e la paura dell'AIDS e delle malattie trasmesse sessualmente. Chicchan offre trasformazione e guarigione. Ciò che l'ombra di queste problematiche sessuali svela è un desiderio di unione profonda, di amore ed intimità. Alcune persone si sentono in intimità solo se sono infatuati, o presi da romantici interludi o mentre fanno l'amore; tuttavia l'intimità è in realtà il desiderio di condividere la nostra parte più interiore e profonda. L'intimità è la connessione reciproca tra le essenze. E' la capacità di riconoscere le profondità di un'altra persona e può essere vissuta attraverso molte modalità di condivisione, tra cui la condivisione dei sentimenti e delle vulnerabilità, del calore e dell'affetto, delle speranze e delle paure. Esplora ciò che significa stare in intimità con qualcuno, e ricordati che l'intimità è una porta aperta verso gli stati elevati della coscienza.
Sperimentando l'uso del corpo come uno strumento sacro, si rivelano spesso le problematiche legate al significato dell'"amore". Spesso noi operiamo da uno spazio di amore condizionato, che significa soddisfare delle aspettative. L'amore condizionato ha tanti "lacci" attaccati e spesso crea gelosia, manipolazione e giudizio. La trasformazione offerta in questa ombra si trova nell'imparare ad amare te stesso e gli altri incondizionatamente. Questa è la struttura di fondo per diventare ciò che sei veramente, la Mente della Luce (vedi il Sole Giallo, Ahau - in preparazione!) 

Saggezza Armonica
La saggezza armonica di Chicchan è il tempo, il ritmo a cui viene suonato un pezzo musicale. Questo ritmo di sviluppo naturale si trovano nel tempo, stabilito dalla natura intrinseca di ogni organismo. Ogni essere vivente ha un "orologio interiore", un ritmo naturale di sviluppo spirituale, come quello codificato in un seme. Il tempismo naturale della danza del serpente della kundalini è unico, così come lo è il momento della schiusa di ogni bocciolo.
In termini musicali, Chicchan rappresenta l'armonia del quinto, che contiene il paradosso della risoluzione e del punto di partenza. Risoluzione ed integrazione hanno a che fare con il completamento di una fase di crescita. Il quinto tono dà all'ascoltatore una sensazione di soddisfazione, perché l'accordo è completo, ma è anche un punto di partenza: dal quinto si irradia ogni associazione all'interno di tutto il complesso di tonalità, come una ragnatela che si estende all'infinito a partire da un punto centrale.

Link per l'interpretazione degli altri Glifi Solari:

Glifo n. 1 - IMIX Drago Rosso
Glifo n. 2 - IK Vento Bianco
Glifo n. 3 - AKBAL Notte Blu
Glifo n. 4 - KAN Seme Giallo
Glifo n. 5 - CHICCHAN Serpente Rosso
Glifo n. 7 - MANIK Mano Blu
Glifo n. 8 - LAMAT Stella Gialla
Glifo n. 9 - MULUC Luna Rossa
Glifo n. 10 - OC Cane Bianco
Glifo n. 11 - CHUEN Scimmia Blu
Glifo n. 12 - EB Umano Giallo
Glifo n. 14 - IX Mago Bianco
Glifo n. 15 - MEN Aquila Blu
Glifo n. 16 - CIB Guerriero Giallo
Glifo n. 17 - CABAN Terra Rossa
Glifo n. 18 - ETZNAB Specchio Bianco
Glifo n. 19 - CAUAC Tempesta Blu
Glifo n. 20 - AHAU Sole Giallo

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 23.02.2016 - ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO MAGNETICO, KIN 66 - NUOVA ONDA INCANTATA DI 13 GIORNI


Dal 23 febbraio al 07 marzo navigheremo dentro l'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, la Forza che risveglia il desiderio di tornare a Casa, scoprendo contemporaneamente che Casa non è mai più lontano del nostro Cuore.


E' lo spazio temporale in cui ci troveremo a diventare consapevoli della nostra Multidimensionalità, quella capacità di vivere e di fare esperienza di tante parte di noi, anche se sono in contrasto tra loro. Possiamo noi essere, per esempio, madri/padri, mogli/mariti, sciamane/i, blogger, casalinghe, viaggiatrici/viaggiatori intradimensionali, tutto contemporaneamente? Viaggiatrici/tori del Corpo del Sogno lungo la Rete di Connessioni della Matrice Universale e contemporaneamente occuparci di cose triviali ma comunque con la stessa cura ed attenzione? Ecco, queste sono le tematiche con cui ci confronteremo nei prossimi giorni. Dunque il Nucleo del messaggio dell'Allacciatore dei Mondi è: accetta te stesso, le tue parti più nobili ed autorevoli, ma anche tutto il denso, la quotidianità, la fatica e percepisci questo come Radice Potente di Presenza sulla Terra. Possediamo un corpo fisico per dare un contenuto alla Luce. Mettendo cura nell'occuparci della parte densa della nostra vita, non facciamo altro che aiutare il Mondo ad immagazzinare Luce nel suo Cuore e nel suo Ventre e ce n'è tanto bisogno! Anziché giudicare il mondo esterno, portiamo l'attenzione sul nostro orticello e cerchiamo di renderlo un paradiso. Presto la sua energia di potenza d'amore si diffonderà intorno come un'eco o come i cerchi di un'onda. Il resto verrà da sé.
L'Olio Aura-Soma riferito al kin di oggi è il n. 66, chiamato l'Attrice, portatore dei Raggi del Viola Pallido su Rosa. Il suo nome si riferisce alla Multidimensionalità, cioé al diventare consapevoli dei vari ruoli che svolgiamo nell'esistenza, per mantenere un sano distacco pur rimanendo centrati sul Cuore. Osservarsi vivere, respirando nella Saggezza Interiore.


Stefania Gyan Salila

lunedì 22 febbraio 2016

ORACOLO DELLE 13 LUNE DEL 22.02.2016 - SERPENTE COSMICO ROSSO, KIN 65 - GIORNO 13 DELL'ONDA DEL VIANDANTE DEI CIELI

Si conclude oggi, nel giorno del Plenilunio in Vergine, l'Onda Incantata del Viandante dei Cieli Rosso, lo spazio temporale che ci ha condotto dentro parti finora rimaste inesplorate del nostro Universo individuale. La luce di questa magica Luna ci accompagna nel transito tra l'ombra e la consapevolezza, perché tutte le comprensioni che si sono accese in questi giorni (10/22.02.2016) possano cambiare la nostra coscienza, nell'espansione del campo magnetico del Cuore, che si apre ad includere ogni possibilità che la nostra Anima ha scelto per noi.
Il Serpente Cosmico Rosso rappresenta la trascendenza della Sopravvivenza, il che significa che, una volta maturata la consapevolezza di chi siamo, la Vita ci prende per mano e si fa da sola, in accordo con il Disegno dell'Anima, mettendoci sulla Via dell'Abbondanza. Per cui il Serpente Rosso cambia la sua polarità e dalla Sopravvivenza ci conduce alla Forza Vitale, quel flusso di energia che ci fa amare lo stare qui sulla Terra. Così portiamo la mitica figura del Viandante dei Cieli dentro la nostra risonanza umana attraverso il corpo, di cui il Serpente Rosso è simbolo, e ci consacriamo quali Figli del Cielo e della Terra, diventiamo i Re e le Regine della nostra vita.
L'Olio n. 65 di Aura-Soma, in assonanza con il kin 65 di oggi, rappresenta il Re di Denari nel Mazzo degli Aura-Soma Tarot e i due Raggi di cui è composto sono il regale Viola sul Rosso della Terra. I Denari stessi sono tra i 4 Semi quelli legati all'Elemento della Terra.
Stefania Gyan Salila