martedì 5 giugno 2018

05/17.06.2018 - ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO, KIN 118-130 - VIAGGIO NELLA COLONNA MISTICA, IL CORDONE OMBELICALE GALATTICO


KUXAM SUUM
IL CORDONE OMBELICALE GALATTICO
HUNAB KU, CENTRO DELLA GALASSIA EMANA I 13 TONI CHE VENGONO INTERCETTATI DAL SOLE E DISTRIBUITI ALLE SUE ORBITE PLANETARIE PRENDENDO LA FORMA DEI 20 GLIFI SOLARI

Stamattina svegliandomi ho sentito un Vuoto nel Cuore, una sensazione rara ed insolita per quanto mi riguarda. In passato il vuoto lo percepivo nel ventre, con un senso dilagante di tristezza cosmica. Quando ho scoperto la mia Identità Galattica, ho poi compreso il perché a volte mi sentissi così smarrita. Questa che inizia oggi è la mia Onda Incantata di nascita, che nello Tzolkin scorre dal Kin 118 (Specchio Bianco Magnetico) al 130 (Cane Bianco Cosmico). 
Cercando la sua posizione nello Tzolkin, il Modulo Armonico del Tempo Galattico, la si ritrova al Centro, nella settima Colonna. 


Quello spazio centrale è il grande Specchio Cosmico, dove la Matrice Galattica rispecchia se stessa. Si tratta del Cordone Ombelicale che ci connette alla Fonte, come José Arguelles ha illustrato nell'immagine sopra. Viene chiamata Kuxam Suum, ed è il Canale di ricezione attraverso cui il Sole assorbe le informazioni vibrazionali dal Centro della Galassia e le ridistribuisce alle orbite planetarie del suo sistema.
Da oggi dunque entriamo in una porzione molto particolare del Tempo = Arte - per approfondimenti leggi QUI - perché l'Onda dello Specchio Bianco (Potere della Meditazione) e quella della Scimmia Blu (18/30.06 - Potere della Magia) si susseguono all'interno di questo Canale, rendendo l'atmosfera molto emozionale, profonda, ricettiva. 
Ho anche letto che oggi entriamo nel Tempo del Cuore in base al calendario cinese, così questo ritorno dei miei passi in sintonizzazione con le vibrazioni natali sarà molto forte come momento di liberazione dei pesi dal cuore. Chiunque scopra la propria Identità Galattica (leggi QUI come) può risalire attraverso il Sincronario Galattico (acquistabile online QUI) al momento del ritorno della propria Onda Incantata di nascita, il contenitore delle informazioni riguardo la missione di vita qui sulla Terra in qualità di Viaggiatori del Tempo volontari. In che modo ci è dato poter risvegliare i cuori e le menti? Innanzitutto le nostre. Cosa ci permette di ricordare? Qual è lo strumento privilegiato per riattivarci? E' un viaggio di scoperta sempre molto interessante. Soprattutto viene consigliato di assumere un atteggiamento estremamente ricettivo e di ascolto, così da poter cogliere tutti i segnali sincronici in arrivo dall'Intelligenza Galattica che ci avvolge dentro e fuori.
Tornando alla settima Colonna dello Tzolkin, detta Colonna Mistica, tutti quelli nati tra il Kin 121 ed il 140 (i 20 Kin contenuti al suo interno) tendono ad avere un forte senso di sospensione tra Cielo e Terra, chiedendosi spesso a quale dei due mondi sentono di appartenere. Essi riflettono il mondo esterno, riflettono gli altri, possedendo un enorme senso di empatia e conseguenti difficoltà a segnare i propri confini. Hanno assoluto bisogno di lavorare sul senso di radicamento perché solo così potranno portare avanti la propria missione di portatori della frequenza galattica. Per cui se vi ritrovate lì dentro come Kin di nascita, sappiate che la responsabilità nei confronti di voi stessi è quella di coltivare il respiro, utilizzare una sana disciplina di vita e prendervi cura dell'aspetto spirituale. Siamo inviati speciali, per così dire, per cui non si può vivere pienamente senza rispettare questo presupposto. Il rischio è di correre in cerchio alla ricerca del nulla. In ogni caso, a volte serve anche quello. Fa stancare la mente, così che essa smette di blaterare e finalmente fa emergere il silenzio.
Ogni volta che ritorniamo a vibrare con l'Onda dello Specchio Bianco entriamo in uno spazio di grande Vuoto, soli con la nostra risonanza, per scoprire la sua autenticità e permetterle di emanare il suono più puro possibile. L'ultima volta questo evento è accaduto tra il 18 ed il 30 settembre 2017.
A livello generale questo è un momento sacro, perché l'attenzione viene completamente rivolta dentro, a guardare ciò che attende la nostra attenzione. Ci viene richiesto silenzio, introspezione e riflessione, tutte parole chiave dello Specchio Bianco. Fino al 17 giugno siamo posizionati lì. Tra le altre cose, l'ultimo giorno di questa Onda è Kin 130, Cane Bianco Cosmico, la forza di trascendere l'Amore, esplodendo con il cuore gonfio di gioia, è il punto centrale dello Tzolkin, che consta di 260 Kin (giorni). Entriamo dunque nel Tempo del Cuore, a rimirare il grande Vuoto interiore, lì dove possiamo vivere in atmosfera di sospensione dai giudizi, dalle aspettative, dalle pretese e dal chiacchiericcio della mente. Possiamo abbandonarci al puro silenzio nutriente e ossigenante, respirando dentro la Presenza.
Io mi sento veramente sul pezzo per portare avanti un processo interiore che sta toccando punti fondamentali. So di essere vicina ad una svolta molto forte, per cui sarò totalmente immersa nelle mie visioni. Spero che ognuno sappia trarre gli insegnamenti necessari, ricordando il servizio che il mondo esterno fa nell'essere perfetto riflesso del mondo interiore.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila 

1 commento:

  1. Grazie di cuore per le tue parole ��

    RispondiElimina